Coronavirus: informazioni importanti

Cosa comporta la chiusura delle scuole dell’obbligo da lunedì 16 marzo

Le seguenti direttive concernono:
Scuola dell’infanzia, scuola elementare, scuola media, unità scolastica differenziata, Sezione della pedagogia speciale, servizio di sostegno pedagogico.

In generale

  • Tutte le scuole dell’obbligo sono chiuse da lunedì 16 marzo fino a data da stabilire.
  • I docenti rimangono in servizio e sono tenuti ad essere a disposizione delle direzioni di istituto. A dipendenza dell’ordine scolastico e delle indicazioni del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport, rispettivamente delle direzioni scolastiche, essi sono tenuti a seguire le prescrizioni che man mano verranno definite, a partire da quelle qui descritte.
  • Tutti gli allievi di ogni ordine di scuola che possono rimanere a casa devono rimanere a casa, evitando contatti diretti con persone anziane e malate e seguendo le disposizioni generali di prevenzione/protezione descritti sul sito www.ti.ch/coronavirus.
  • In questo periodo gli allievi non sono in vacanza e devono essere raggiungibili (direttamente o tramite l’autorità parentale) per telefono o email durante i normali orari scolastici.
  • Al fine di scongiurare il rischio di scambio intergenerazionale, le scuole dell’obbligo collaborano nell’accudimento a scuola degli allievi che non possono rimanere a domicilio. Perciò, al più tardi da martedì 17 marzo, esso deve essere garantito presso le sedi scolastiche.
  • È compito delle singole direzioni, per le scuole comunali in collaborazione con gli ispettorati, organizzare nel più breve tempo possibile le modalità che garantiranno un seguito scolastico.
  • I trasporti necessari e la refezione scolastica di pertinenza cantonale sono garantiti, per ora, nella settimana dal 17 al 20 marzo ad eccezione del 19 marzo (giorno di festa).
    I Comuni decideranno con le direzioni per quanto loro compete (trasporti e mense).
  • Per le unità scolastiche differenziate le modalità di gestione saranno concordate con la Sezione delle scuole comunali.
  • Gli operatori del Servizio di sostegno pedagogico delle scuole comunali rimangono a disposizione dei capigruppo che forniranno le necessarie informazioni.
  • Gli operatori del Servizio di sostegno pedagogico delle scuole medie rimangono a disposizione delle direzioni e dei capigruppo.
  •  Gli operatori del Servizio dell’Educazione Precoce Speciale rimangono a disposizione dei capiservizio.
  • Gli operatori pedagogici per l’integrazione (OPI) rimangono a disposizione delle direzioni scolastiche di riferimento e dei rispettivi capigruppo OPI.
  • I docenti di lingua e integrazione (DLI) e le risorse casi difficili rimangono a disposizione delle direzioni scolastiche e dei rispettivi ispettorati per le scuole comunali.

Risposte ad alcune delle domande più comuni:

Video esplicativi in risposta alle domande più frequenti

Documentazione:

informazioni generali